Proseguono i lavori di riqualificazione del primo lotto di piazzale Bestat, nella porzione immediatamente adiacente alla biblioteca Acclavio, anch’essa oggetto di un intervento predisposto dall’amministrazione Melucci.

Pubblicità

Rifatta la pavimentazione, e non solo

Gli operai sono al lavoro sulla pavimentazione, completamente sostituita, e sulla preventiva impermeabilizzazione, necessaria per evitare le infiltrazioni nel sottopasso. «Abbiamo risolto anche il problema delle canalizzazioni – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro –, che creavano danni alle strutture sottostanti e le cui griglie di raccolta, ammalorate e deformate, rappresentavano un pericolo per i fruitori della piazza. È in corso anche un importante intervento di risanamento strutturale del sottopasso, il problema principale tra quelli da risolvere in questo cantiere».

Oggetto di intervento sono anche i collegamenti verticali, ovvero le rampe di scale che consentono l’accesso alla piazza dal sottopasso di via Dante: saranno completamente rinnovati, con la sostituzione delle soglie.

La Bestat cambia aspetto

«Con la biblioteca Acclavio completamente ristrutturata – ha commentato il sindaco Rinaldo Melucci – e il piazzale Bestat che cambia aspetto, restituiremo decoro e funzionalità a una zona nevralgica della città.

Con i lavori di riqualificazione in corso anche alla masseria Solito, non lontana in linea d’aria e destinata a ospitare il “Museo degli Illustri Tarantini”, possiamo immaginare che questo asse urbano diventerà un importante centro di aggregazione culturale».