Giornata di incontri per la delegazione del Comune di Taranto che ha incontrato a Roma il Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Anna Laura Orrico.

L’assessore Ubaldo Occhinegro e il dottor Mattia Giorno hanno potuto discutere di importanti obbiettivi e progetti promossi dal sindaco Rinaldo Melucci per il rilancio culturale della città di Taranto.

Biennale, Pinacoteca e Unesco

In particolare si intensifica il lavoro del Comune e del Mibact per promuovere l’istituzione a Taranto della Biennale di Arte e Architettura del Mediterraneo. Un grande festival che ambisce a diventare un nuovo punto di riferimento internazionale per la promozione e diffusione delle arti, indissolubilmente legato ai caratteri unici della città dei due mari che, in tal modo, diverrebbe reale “porta culturale” per le diverse culture del Mediterraneo.

Inoltre, si è discusso della possibilità di candidare l’Isola Madre di Taranto, con il suo patrimonio di inestimabili tesori storico-architettonici, la ricchezza dei suoi riti, tradizioni, antichi mestieri, i suoi paesaggi affacciati sui due mari, a Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco. Una sfida difficile ma che la città di Taranto è pronta ad affrontare, per completare il grande lavoro di recupero dell’Isola che, proprio grazie ai fondi Mibact, vedrà già da quest’anno l’avvio del più grande cantiere di restauro diffuso del suo patrimonio.

In ultimo, si è affrontato il tema della governance e dei contenuti della nuova Pinacoteca Comunale che vedrà la luce all’interno del Palazzo Archita, pensata come un nuovo polo culturale che possa custodire e mostrare i grandi capolavori del passato ma sopratutto, attraverso la collaborazione del Mibact e dei principali musei di arte Contemporanea italiani e stranieri, possa diventare un importante contenitore culturale per esposizioni temporanee e permanenti.

«Un’altra giornata di duro lavoro per la città: Taranto incassa un altro sostanziale “sì” a tutti gli ambiziosi progetti che abbiamo presentato per farla tornare a essere la capitale culturale del Mediterraneo – dichiara l’assessore Occhinegro -. Molto c’è ancora da fare ma oggi tutti, sopratutto i ministeri di riferimento, riconoscono quello che il nostro sindaco sta portando sui tavoli romani: un nuovo modello di sviluppo e una nuova visione di Taranto, già accompagnata da progetti e idee concrete».

BRT e bus ibridi, erogazione risorse del DL Rilancio

Importante incontro tecnico a Roma, nella sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra il Comune di Taranto, rappresentato dall’assessore ai Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro e dal dottor Mattia Giorno, e il coordinatore della Struttura Tecnica di Missione del MIT, professor Giuseppe Catalano, accompagnato dalla dirigente dottoressa Tamara Bazzichelli e dai colleghi della Direzione Trasporto Pubblico Locale.

L’incontro è stato necessario per definire termini e modalità di erogazione dei 150 milioni di euro, recentemente ottenuti dal Comune di Taranto nell’ambito del DL Rilancio. I fondi, come noto, saranno utilizzati per due obbiettivi: 130 milioni serviranno per la realizzazione della prima linea (blu) della BRT, l’innovativo sistema di mobilità sostenibile che promette di rivoluzionare il traffico veicolare cittadino; 20 milioni saranno utilizzati per il rinnovo della flotta bus cittadina, attraverso l’acquisto di bus ibridi e alcune navette elettriche.

«Voglio ringraziare pubblicamente il professor Catalano – ha dichiarato l’assessore Occhinegro – con cui in questi mesi abbiamo lavorato duramente, su impulso del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e del Ministro Paola De Micheli, per l’impegno profuso per portare rapidamente a Taranto le risorse per la BRT e i nuovi bus ecologici. Siamo davvero orgogliosi di poter essere uno dei primi comuni italiani a dotarsi del sistema di trasporto pubblico più avanzato ed ecologico al mondo, e siamo contenti dell’attenzione del MIT ai nostri progetti di sviluppo infrastrutturale. L’incontro è stato proficuo anche per illustrare il quadro di insieme dei grandi progetti strategici che il Comune di Taranto ha candidato e candiderà ai diversi finanziamenti del MIT e che consentiranno alla città di cambiare radicalmente volto nei prossimi anni. Oggi il Comune di Taranto è presente su tutti i tavoli, presenta progetti validi che parlano di una nuova visione economica di città e questo ci sta premiando nel quadro nazionale».