La giunta guidata da Rinaldo Melucci ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione del lungomare terrazzato del quartiere Tamburi.

Valorizzato uno degli affacci più suggestivi della città

«Si tratta di uno degli affacci più suggestivi della città, lungo via Mar Piccolo e la sottostante scarpata – ha spiegato il primo cittadino, Rinaldo Melucci –, un’opera ambiziosa che quota poco meno di 7 milioni di euro e che consentirà di collegare il quartiere alla linea di costa attraverso un’avveniristica rampa ciclopedonale, superando la linea ferroviaria che oggi rappresenta una cesura urbana e paesaggistica invalicabile.

Il progetto è il primo step per la creazione di una ciclovia del Mar Piccolo che connetterà alla città gli straordinari paesaggi del primo seno come il fiume Galeso, i Cantieri Tosi, il Parco della rimembranza e la nuova stazione Nasisi, rendendo fruibile l’intera costa».

Prevista la riqualificazione di tutta l’area

Tutta l’area circostante sarà riqualificata, dal sistema viario alla scarpata. «Questo progetto è perfettamente integrato con le altre pianificazioni che abbiamo predisposto per il quartiere – le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro –, e che fanno parte del Piano di Riambientalizzazione dei Tamburi. Grazie a questo progetto, alla riqualificazione dell’area del campo “Atleti Azzurri d’Italia”, alla Foresta urbana sud e nord e al progetto di rigenerazione urbana diffusa su tutti gli spazi pubblici di quartiere, l’amministrazione Melucci punta a far diventare Tamburi il quartiere più verde e vivibile della città in meno di due anni con un investimento complessivo di circa 70 milioni di euro. I lavori inizieranno presto, già dai primi mesi del 2021».