La Natura è un artista ineguagliabile; le sue opere stupiscono ancora noi uomini del terzo millennio, abituati a strabilianti progressi tecnologici ma ancora incapaci replicare le tante meraviglie del mondo in cui viviamo.

L’autunno è tutt’altro che una stagione fredda, almeno per quanto riguarda i colori che la tavolozza della terra offre a chiunque abbia un po’ d tempo e voglia di guardarsi intorno: il verde brillante degli olivi, le infinite tonalità del marrone delle vigne, terra e foglie punteggiate da rocce e grotte sono solo alcuni dei capolavori di quel museo a cielo aperto che è il nostro territorio, e che ciascuno di noi può ammirare senza pagare alcun biglietto di ingresso.