“La Giunta Regionale ha definito, con variazione di bilancio, su proposta dell’assessore all’Ecologia, Stea, l’utilizzo di 20 milioni di euro per la chiusura e l’adeguamento delle ex discariche rsu, presenti in diversi Comuni pugliesi (fra cui, Canosa, Andria, Trani Giovinazzo, Vieste, Acquaviva, Manduria).” E quanto comunica l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino.

“Finalmente, quindi, la discarica in località “Li Cicci” di Manduria, che da tempo è al centro dell’attenzione di quel territorio, a causa del suo esaurimento e della necessità di interventi, verrà messa in sicurezza. Una buona notizia sul fronte ambientale per i cittadini di Manduria, della provincia di Taranto, e in generale della Puglia. L’impegno sul fronte della tutela della salute e dell’ambiente è al centro dell’azione politica del centrosinistra pugliese. Bisogna lavorare, affinché, a partire dalle politiche ambientali, si possa ricostruire, in tutto il Paese, un percorso unitario ed alternativo alle politiche reazionarie e contro l’ambiente ed il bene comune,  che il Governo a trazione Lega Nord sta portando avanti.”