“Via libera dalla Giunta regionale, su mia proposta in qualità di Assessore allo Sviluppo Economico, ad un finanziamento di oltre 1 milione e 600 mila euro in favore della Upnet Srl, nuova realtà imprenditoriale operante nel campo della progettazione, costruzione e manutenzione di apparecchiature e reti telefoniche ed elettriche, oltre che di cablaggi strutturati e sistemi hardware e software.” E’ quanto comunica l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino.

“L’agevolazione, concessa nell’ambito della misura Titolo II destinata alle Piccole Imprese, a valere sulle risorse del Programma Operativo FESR 2014-2020, consentirà la realizzazione di un complesso piano di investimenti del valore complessivo di oltre 2 milioni e 500 mila euro. Il progetto, denominato “Upnet global telecomunicazioni”, è finalizzato ad introdurre, nel settore dei servizi per le reti telematiche, tecnologie innovative e avanzate in grado di ridurre gli impatti sociali e ambientali sia della fase di aggiornamento di rete o di intervento operativo sui sistemi, sia nella fase di manutenzione degli stessi, grazie allo studio e allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche e al miglioramento di quelle esistenti. Il tutto attraverso attività di ricerca e sviluppo, e investimenti in attività materiali che consentiranno all’azienda di diventare un operatore competitivo su tutti i fronti della costruzione e gestione delle reti di telecomunicazione in fibra ottica.”

“L’attività si svilupperà, in particolare, presso l’incubatore di imprese di Puglia Sviluppo, a Modugno, e consentirà, a regime, un incremento occupazione di 34 unità lavorative.” Prosegue Borraccino. “Si tratta di una iniziativa particolarmente importante, soprattutto perchè punta sullo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative come supporto per la crescita del tessuto produttivo, tutelando anche l’ambiente grazie alle scelte sostenibili rispetto ai materiali utilizzati. E’, quindi, un progetto del tutto coerente con la strategia del Governo regionale che punta, da un lato, all’innovazione come una delle principali leve per lo sviluppo economico della Puglia e, dall’altro, ad implementare modelli di business che rientrino, come in questo caso, nell’ambito della cosiddetta “Green Blue economy”,per uno sviluppo armonioso, duraturo e non impattante sull’ambiente.

Esprimo pertanto la mia soddisfazione per il via libera concesso dalla Giunta a questo progetto che conferma, d’altro canto, l’importanza e la validità degli strumenti di agevolazione e di incentivazione agli investimenti messi in campo dalla Regione Puglia e, in particolare, dall’Assessorato allo Sviluppo Economico. Si tratta evidentemente di ingenti risorse pubbliche non “calate a pioggia” su micro-interventi di corto respiro, ma rientranti nell’ambito di una strategia ben più ampia finalizzata a sostenere, come in questo caso, progetti mirati, dalle grandi potenzialità e in grado di determinare sul territorio pugliese significative ricadute in termini di sviluppo e di crescita occupazionale. Continueremo su questa strada, convinti che sia la direzione giusta per assicurare alla Puglia gli ambiziosi traguardi ai quali giustamente aspira.”