«Si è tenuta nei giorni scorsi la riunione della Task Force regionale per l’occupazione sulle politiche attive da attuare per i lavoratori pugliesi in cassa integrazione straordinaria.» A dichiararlo è l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino.

«Insieme al presidente Leo Caroli, alla dottoressa Annalisa Fiore, dirigente di sezione delle politiche del lavoro, la dottoressa Betty Biancolillo, dirigente delle aree di crisi industriali, ed ai rappresentanti dei sindacati abbiamo discusso di questi temi. Entro pochi giorni – aggiunge Borraccino – sarà pronta la delibera dell’avviso pubblico destinato ai lavoratori in cassa integrazione della nostra regione ed in particolare per i lavoratori ex Ilva di Taranto. Pertanto entro alcune settimane i 1700 ex lavoratori Ilva in esubero potranno essere messi nelle condizioni i 1700 di poter partecipare ai corsi di riqualificazione professionale e quindi poter anche ottenere una indennità economica di frequenza. Per quanto concerne invece i lavori di pubblica utilità, da far svolgere ad integrazione della rendita derivante dalla Cassa Integrazione, la discussione verrà affrontata tra un paio di settimane in una nuova riunione della Task Force regionale per l’occupazione.

In questa riunione ho espresso il mio rammarico, scusandomi con i lavoratori ed i sindacati, per il tempo non veloce di attuazione di questo progetto. Vero è che la struttura è al lavoro, infatti in queste settimane si è provveduto a preparare il catalogo delle professioni che beneficeranno di questo avviso. Quindi da ora in avanti i tempi saranno velocizzati, soprattutto rispetto al vecchio avviso di alcuni anni fa. Personalmente ho riconosciuto che occorreva provvedere più velocemente a quello che stiamo realizzando in queste settimane.

Ora – conclude Borraccino – ci sarà uno sprint per attuare in tempi quanto più celeri possibili le due misure che per noi restano prioritarie per i 1700 lavoratori in cassa integrazione assegnati all’Amministrazione straordinaria dell’Ilva Di Taranto