Questa mattina, in videoconferenza con Roma, il sindaco Giovanni
Gugliotti ha idealmente ritirato dalle mani di —- della Fee il vessillo
che ogni anno sventola sui litorali delle località balneari più
esclusive, una certificazione per servizi e offerta turistica.

Pubblicità

«Abbiamo consolidato la presenza delle nostre spiagge nel novero delle
migliori d’Italia – ha dichiarato il primo cittadino -, la sesta
“Bandiera Blu” consecutiva è la conferma di un lavoro puntuale, capace
di valorizzare un patrimonio naturale che abbiamo ricevuto in dono e che
dobbiamo conservare».

Un riconoscimento che arriva in un momento di grande difficoltà,
soprattutto per il comparto turistico, alle prese con decisioni e misure
che ne cambieranno radicalmente il volto. «Ci piace pensare, però – ha
aggiunto Gugliotti – che la “Bandiera Blu” sia un segnale di fiducia e
speranza per il settore, un catalizzatore di energie delle quali avremo
bisogno nella prossima stagione estiva per ripartire e lavorare alla
promozione del territorio. Il turismo di prossimità sarà la tendenza del
breve periodo e Castellaneta Marina può dare tanto in quella direzione».

Questo risultato storico per la località balneare ionica arriva grazie
anche all’impegno che l’amministrazione ha posto nell’avviare e
migliorare alcuni servizi essenziali. La raccolta differenziata dei
rifiuti, per esempio, con un 2019 chiuso al 65% e con i primi mesi del
2020 che sfiorano l’80%.

«Investire ancora su Castellaneta Marina sarà la nostra priorità – ha
concluso il sindaco -, abbiamo previsto il rifacimento di diverse
arterie, la realizzazione di una stazione ferroviaria in centro, alcuni
progetti di rigenerazione urbana e stiamo favorendo investimenti privati
anche in settori innovativi, come l’industria cinematografica. Questa
sesta “Bandiera Blu” è un orgoglio e un monito: serve tutta la nostra
capacità per consentire a Castellaneta Marina di restare sulla ribalta
che merita».