Il dato diramato in queste ore indica il numero preciso delle famiglie che hanno potuto beneficiare del Reddito di Cittadinanza nella Provincia di Taranto.

Ecco la tabella che evidenzia che solo nella città di Taranto sono circa 7mila le famiglie che hanno beneficiato di questa misura.

 

 

Cos’è il Reddito di Cittadinanza

Se sei momentaneamente in difficoltà, il Reddito di cittadinanza ti aiuta a formarti e a trovare lavoro permettendoti così di integrare il reddito della tua famiglia.
Il Reddito di cittadinanza ha inoltre l’obiettivo di migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, aumentare l’occupazione e contrastare la povertà e le disuguaglianze.

Quali requisiti devo avere?

Essere cittadino italiano o europeo o lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa.

ISEE

Avere un ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) aggiornato inferiore a 9.360 euro annui.

Patrimonio immobiliare

Possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro.

Patrimonio finanziario

Avere un patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso.

Reddito familiare

Avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.

Cosa devo fare per ottenere il Reddito di cittadinanza e trovare lavoro?

Presentare la domanda

Puoi presentare la domanda a partire dal 6 marzo: onlinesu questo sito, presso tutti gli uffici postalie presso i CAF. Hai tempo fino al 31 marzo per richiedere il contributo che sarà erogato ad aprile.

Ritirare la Carta

Dopo aver presentato la domanda, l’INPS verificherà i requisiti. In seguito, ti sarà comunicato quando e in quale ufficio postale potrai ritirare la Carta del Reddito di cittadinanza.

Sottoscrivi i Patti

In funzione dei tuoi requisiti sarai convocato dai Centri per l’impiego per sottoscrivere un Patto per il Lavoro o dai Comuni per sottoscrivere un Patto per l’Inclusione sociale.