Come gli studenti tarantini “vedono”, attraverso l’arte, l’industria del futuro.

Attraverso un apposito bando, i giovani allievi delle terze, quarte e quinte classi del liceo Artistico Calò – sede di Taranto, sezione arti figurative – si sono espressi fornendo la loro personale interpretazione. Lunedì 17 giugno p.v. il Presidente di Confindustria Vincenzo Cesareo (che attraverso Comes SpA ha lanciato il bando) ed una delegazione di docenti referenti del progetto illustreranno gli esiti del concorso. Sala convegni Confindustria Taranto, ore 10.

“Da Leonardo al Futurismo, come gli studenti vedono l’industria nel futuro attraverso l’Arte”. Era questo il tema del bando lanciato nei mesi scorsi da Comes Group per esortare gli studenti tarantini – già avvezzi ai pennelli – a rendere al meglio un tema già di per sé stimolante, in un anno in cui ricorre peraltro un importante anniversario legato ad un illustre personaggio che ha influenzato il mondo dell’arte, della scienza e dell’ingegneria: Leonardo Da Vinci. La sfida è stata accolta, proprio attraverso il bando (ideato per progettare “The Calendar 2020” di Comes Group), dagli studenti del Liceo Artistico Calò (Sede di Taranto, sezione arti figurative). Un’apposita giuria, composta da due docenti dello stesso istituto e da due delegati del gruppo Comes, fra cui il Presidente di Confindustria Taranto Vincenzo Cesareo, hanno decretato i tredici finalisti scelti fra le classi del triennio. Gli elaborati selezionati dalla commissione giudicatrice costituiranno materiale per il calendario 2020 che il Gruppo Comes da oramai molti anni realizza sui temi del territorio, dell’industria, dell’ecosostenibilità.

Quello che è emerso da questo singolare concorso interno sarà illustrato lunedì, 17 giugno prossimo, nella sede di Confindustria Taranto, con inizio alle ore 10. Oltre al Presidente Cesareo, saranno presenti alla conferenza stampa il direttore commerciale di Comes Spa, Vittorio Infante, e le referenti del progetto per il Liceo Artistico Calò, le prof.sse Lorica Marturano e Annunziata Costantino.