L’11 settembre 2019, a partire dalle ore 11.30, presso l’Auditorium del Padiglione Vinci del Presidio Ospedaliero “SS.Annunziata” di Taranto,

il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, presiederà la riunione di insediamento della Conferenza dei Servizi Decisoria ex L. 241/1990, art. 14, in forma simultanea sincrona, per l’esame contestuale del progetto finalizzato all’istituzione e sviluppo del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi Aldo Moro di Bari nella sede del Polo Universitario Jonico di Taranto alla scopo di acquisire i relativi pareri, intese, nulla-osta, concessioni, autorizzazioni ed assensi, comunque denominati. La realizzazione di un corso di laurea di Medicina e Chirurgia in un Polo Universitario decentrato, infatti, presuppone alcune misure di carattere amministrativo, economico-finanziario, programmatorio, assistenziale, gestionale e operativo e implica il coinvolgimento istituzionale degli Enti Locali e dell’intera Società Civile, in modalità da concordare in un Accordo di Programma.

La Regione ha convocato, per partecipare alla Conferenza, l’ASL di Taranto, l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, l’Amministrazione Provinciale di Taranto e l’Amministrazione Comunale di Taranto. Inoltre, l’ASL di Taranto, in qualità di Ente Organizzatore della Conferenza stessa, ha invitato a partecipare anche gli Enti e le Organizzazioni del territorio che, in armonia con la previsione della L. 241/1990, art. 14 ter, co. 6, sono “parte interessata”, senza diritto di voto.

L’istituzione del corso di laurea di Medicina e Chirurgia, sostenuta dall’intera società civile jonica, è stata decretata dal MIUR al termine di un lungo iter procedurale, che ha visto quali attori protagonisti la Scuola di Medicina, l’Università degli Studi di Bari, la ASL di Taranto, il Comune di Taranto, la Regione Puglia e l’ANVUR. L’Università Aldo Moro e la Scuola di Medicina hanno già preso i provvedimenti necessari per inserire i 60 posti di Taranto nel processo di selezione in atto e per l’attivazione della didattica a partire dal 14 ottobre 2019