Il sindaco Melucci, l’assessore Cataldino e i dirigenti interessati hanno incontrato a Palazzo di Città le associazioni di riferimento della mitilicoltura.

Un percorso iniziato già da tempo per raggiungere insieme obiettivi tesi a qualificare la produzione, trasformazione e commercializzazione della cozza tarantina. “Azioni congiunte e comunione di intenti – fa sapere l’assessore allo sviluppo economico Gianni Cataldino – hanno portato al raggiungimento di un traguardo importante: l’accelerazione della presentazione in Giunta regionale della delibera che varia la classificazione delle acque del secondo seno del Mar Piccolo da B ad A. Una promozione che accorcia la filiera produttiva e riscatta l’immagine della città evidenziando la salubrità della flora e della fauna delle nostre acque, restituendo dignità ai nostri mitili e a chi lavora in quel comparto con grandissima dedizione. Un risultato frutto del lavoro e della sinergia tra associazioni, ASL, amministrazione comunale di Taranto e Regione Puglia. Sono stati definiti, inoltre, in un clima di sereno, costruttivo e produttivo confronto ulteriori obiettivi per definire meglio tutti i percorsi a tutela dei produttori e consumatori affinché il patrimonio della cozza tarantina, da tutti riconosciuto, possa essere valorizzato”.