Sarà Dodi Battaglia, leggendario chitarrista dell’altrettanto leggendaria formazione dei Pooh, venerdì 18 ottobre alle 21.00 in concerto al Palafiom di Taranto ad inaugurare la Stagione orchestrale 2019/2020 a cura dell’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano.

Per la prima volta, da quando ha intrapreso l’altrettanto fortunata carriera solistica, Battaglia eseguirà con un’orchestra sinfonica successi degli stessi Pooh e brani della sua più recente produzione. Dodi Battaglia & l’Orchestra della Magna Grecia, con gli arrangiamenti curati dal maestro Valter Silviotti, è, infatti, un progetto inedito. Stabilita la nuova location, è ripresa la prevendita dei biglietti. In un primo momento, il concerto di apertura della Stagione avrebbe dovuto avere luogo all’Orfeo, poi in seguito ad imprevisti registrati nei lavori di ripristino del teatro di via Pitagora, è stato scelto il Palafiom di via Mar Grande. Location preferita ad altre opzioni dopo un sopralluogo tecnico che consentisse al pubblico di godere delle condizioni ideali per assistere ad uno spettacolo così importante.

Battaglia, che eseguirà canzoni celebri e inediti insieme con l’Orchestra, è uno degli artisti di grande richiamo in una rassegna che prevede, oltre allo stesso chitarrista insignito di riconoscimenti internazionali, Dianne Reeves, Neri Marcoré, Simone Cristicchi, Yuri Bogdanov, Enzo Gragnaniello, Gloria Campaner, Stefano Bollani & Hyung-Ki Joo, John Rutter e tanti altri. Anche per questa edizione la Stagione orchestrale si avvale del sostegno di Comune di Taranto, Regione Puglia e MiBAC, Ministero dei Beni culturali. Particolare ringraziamento per la sensibilità dimostrata, a Ubi Banca, Shell, Fondazione Puglia, Programma Sviluppo e Baux Cucine. Dunque, Dodi Battaglia. Quella insieme con l’Orchestra della Magna Grecia è un’esperienza che riporterà il popolare chitarrista-cantautore indietro nel tempo, quando proprio con il suo storico gruppo aveva tenuto concerti per “Pooh e Orchestra” nei maggiori teatri italiani. Chitarrista e cantante dei Pooh dal 1968, “miglior chitarrista europeo” (riconoscimento della rivista tedesca Stern), voce principale di grandi successi come Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Infiniti noi, In diretta nel vento, L’altra donna, Battaglia è stato anche insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica per meriti artistici con i colleghi Roby Facchinetti, Stefano D’Orazio e Red Canzian.

Numerosi i suoi progetti, fra questi: Adelmo e i suoi Sorapis (Zucchero, Vandelli, Zanotti, Torpedine, Maggi) e Chitarre d’Italia (Mussida e Solieri); ha collaborato con Vasco Rossi (Una canzone per te, Va bene, va bene così e Toffee), Al Di Meola e Tommy Emmanuel. Nel giugno 2016, lo scioglimento dei Pooh. Fra le sue chitarre, una Fender Dodicaster (Stratocaster signature realizzata apposta per lui). Album da solista: Più in alto che c’è, D’assolo, Dov’è andata la musica; live: E la storia continua…, Dodi Day e Perle – Mondi senza età. Nel 2017, il Conservatorio di Musica “Egidio Romualdo Duni” di Matera, gli ha conferito una laurea honoris causa in “Chitarra elettrica – dipartimento di nuovi linguaggi e nuove tecnologie”. E’ la prima volta per un musicista pop. Dodi Battaglia, l’ultimo album, “Perle-Mondi senza età”, “riappropriazione debita” e i suoi compagni di mille e più spettacoli. «Mentre suono in concerto, mi capita di voltarmi come se cercassi uno dei colleghi di una volta», dice. «Quando per cinquant’anni esegui “Piccola Katy”, “Tanta voglia di lei”, “Pensiero”, cose che fanno parte del tuo vissuto, è normale che la memoria corra a studi di registrazione, a dove abitavamo, a storie di un tempo, locali e amici che frequentavamo insieme; ecco perché “Perle-Mondi senza età”: ogni canzone è uno spaccato di vita personale, dunque trovo normale che il mio pensiero il più delle volte sia rivolto a loro».

Fra i brani in scaletta che eseguirà al Palafiom di via Mar Grande: Piccola Katy, Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Uomini soli, Parsifal. Informazioni e biglietti: Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia n.4, tranne il sabato (099.7304422).