“L’ICF Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute – commenta l’assessore al welfare Gabriella Ficocelli – descrive le situazioni di vita quotidiana in relazione al loro contesto ambientale evidenziando l’unicità di ogni persona piuttosto che mettere in risalto la sua salute o la sua disabilità.

La disabilità, infatti, non è vista solo come un deficit, ma piuttosto come una condizione che va oltre la limitazione superando le barriere, sia mentali che architettoniche. La classificazione analizza lo stato di salute degli individui ponendolo in relazione con l’ambiente circostante e giungendo alla definizione di disabilità, intesa come una condizione di salute all’interno di un ambiente sfavorevole. Partendo da questo presupposto mi sono messa in cammino, su indicazione del Sindaco Melucci, per verificare che gli ambienti dei lidi comunali fossero favorevoli ad accogliere i nostri concittadini e i turisti disabili. Il risultato è una mappatura perfetta dei lidi attrezzati di sedie job, che sono state consegnate dall’Amministrazione lo scorso anno, scivoli e bagni adeguati, tutto per garantire accoglienza e comodità ai diversamente abili.
Non mancano, oltre al meraviglioso mare cristallino e alla sabbia dorata, la gentilezza del personale e la capacità imprenditoriale che ho potuto riscontrare in ogni stabilimento”.

E’ quanto comunica in una nota il Comune di Taranto.

Ecco le spiagge attrezzate

Da Lido San Michele a L’Ultima Spiaggia passando per Sun Bay, Tridakna, Blue Sun, La Spiaggetta e Bahia del Sol. L’unicità di ogni persona in un ambiente senza barriere.