Da mercoledì 29 aprile il Comune di Castellaneta inizierà la 
distribuzione gratuita delle mascherine per tutti i 17.000 residenti nel 
territorio comunale. La consegna avverrà direttamente nella cassetta 
della posta dei circa 7.000 nuclei familiari, grazie al servizio di 
poste private Nexive.

Con questa iniziativa, l’Amministrazione Gugliotti intende dotare ogni 
castellanetano di una mascherina, data la difficoltà di reperimento sul 
mercato, per affrontare con maggiore sicurezza la fase 2 dell’emergenza.

In particolare, si tratta di dispositivi filtranti, adatti cioè alla 
popolazione e non per il personale sanitario. Rispondono, quindi, ai 
criteri previsti dall’art. 16, comma 2, del decreto legislativo 18 del 
17 marzo scorso. Realizzati in TNT anallergico triplo strato, materiale 
lavabile e riutilizzabile più volte, si devono indossare quando si esce 
di casa, per una maggiore protezione, fermo restando l’obbligo di 
rispettare la distanza di almeno un metro tra le persone e di evitare 
gli assembramenti. I dispositivi sono strettamente personali, non è 
consentito un uso promiscuo neanche tra i componenti dello stesso nucleo 
familiare.

«Castellaneta è fra i primi comuni in Puglia a equipaggiare ogni 
cittadino di mascherina – commenta il primo cittadino Giovanni Gugliotti 
-. Ma quello che mi rende particolarmente orgoglioso è che i dispositivi 
sono realizzati dalle maestranze locali dell’Officina Drago, un’azienda 
di Castellaneta, che ha riconvertito la sua linea di tappezzeria 
industriale, ottenendo anche l’accreditamento del Politecnico di Bari, e 
rappresentano un segno tangibile dell’operosità della nostra comunità e 
della capacità di superare, quando siamo uniti, anche i momenti più 
difficili».

La fornitura acquistata dal Comune di Castellaneta è di 15.000 
mascherine, a cui si aggiunge uno stock di ulteriori 5.000, donati 
dall’Officina Drago, come segno tangibile di vicinanza alla comunità in 
questo momento di difficoltà.

Nella mattinata è stato consegnato il primo stock della mascherine, per 
iniziare la consegna tramite buste da lettere sigillate, contenenti un 
dispositivo per ogni componente del nucleo familiare, indirizzate ad 
ogni capofamiglia. La consegna dovrebbe concludersi entro lunedì 4 
maggio, data d’inizio della fase 2.