Il Direttore Generale dell’ASL Taranto, Stefano Rossi, e il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, con un videomessaggio congiunto invitano la popolazione a rispettare le disposizioni che impongono di non uscire da casa, se non per stretta necessità.

Il messaggio del Sindaco ai cittadini è il seguente: “Ci sono delle persone eccezionali che si stanno sacrificando, anche con l’ingegno, per difendere i sanitari. Si muore di coronavirus, non è uno scherzo. Se qualcuno ha immaginato di andare a fare la Pasquetta sulla spiaggia, gli diciamo che è tutto chiuso, è tutto fermo, non è assolutamente passato il momento di difficoltà. Le mascherine e i dispositivi di protezione vengono usati perché si muore nelle corsie degli ospedali. Siccome dobbiamo aiutare le persone che si stanno occupando di noi, meglio seguiamo le regole restando a casa, prima ne usciremo dall’emergenza, e forse meglio anche di altri territori del Paese. Non è uno scherzo, non pensate che Pasqua e Pasquetta siano in deroga”.

Il Direttore Generale gli fa eco: “All’ospedale Moscati ci sono 81 ricoverati, alcuni in terapia intensiva. Da questa malattia si può anche guarire, dura almeno tre settimane, ci può andare bene. Però dobbiamo mantenere alta la guardia, mi raccomando, rimaniamo a casa perché in ospedale c’è qualcuno che vigila per noi”.