Anche quest’anno l’amministrazione Melucci coordina le azioni di tutela per le fasce fragili della società per l’emergenza freddo che interesserà la nostra città dal 3 al 5 gennaio prossimi.

L’assessore al welfare Simona Scarpati fa sapere che si è provveduto a predisporre un piano integrato, a supporto della ordinaria attività svolta dal servizio sociale professionale e dai servizi socio sanitari della asl, proprio per far fronte alla imminente ondata di gelo che raggiungerà nelle prossime ore la nostra città. A tal proposito è già operativo il dormitorio comunale presso la sede dell’ex mercato al quartiere Tamburi che può ospitare sino a quaranta cittadini e che l’amministrazione mette a disposizione della cittadinanza, a supporto del già esistente dormitorio della Caritas diocesana.

La struttura è perfettamente riscaldata e corredata di comfort.

L’amministrazione si appella inoltre anche a tutti i centri di pronta accoglienza esistenti sul territorio ed alle associazioni di volontariato per un loro proficuo intervento ad integrazione dei servizi comunali, così come peraltro accaduto nello scorso anno, in perfetta collaborazione di rete con l’ente civico.

Per quanto riguarda la somministrazione dei pasti, è attivo il servizio dei pasti caldi a domicilio per anziani e fasce fragili, mentre si segnalano le mense gestite dalla Caritas e dalla parrocchia San Pio X con cui vi è ampia collaborazione.

Inoltre ogni giorno dalle ore 9 alle ore 13 sono attivi gli sportelli di segretariato sociale presso la direzione in via veneto 83.