Il Comune di Taranto presente alla 7a edizione del “Salone della CSR e dell’innovazione sociale”, in corso a Milano nella sede dell’Università Bocconi.

Si tratta del più importante evento in Italia dedicato alla sostenibilità e alla responsabilità sociale d’impresa, ma è prima di tutto un’occasione per attivare energie positive, condividere idee, trovare percorsi comuni. Taranto vi partecipa con due autorevoli rappresentanti: l’assessore all’Ambiente Anna Tacente e il presidente di AMIU s.p.a. Carloalberto Giusti. Una scelta che è già dichiarazione d’intenti, poiché Tacente e Giusti interverranno all’interno del panel dedicato al tema “Sviluppo sostenibile a misura di territori”.

«Abbiamo portato a Milano la nostra voglia di cambiare paradigma – ha spiegato l’assessore –, lo sforzo che stiamo compiendo partendo dalle innovazioni sociali e urbanistiche che sono contenute nel documento programmatico preliminare e, più in generale, nella strategia che guarda a Taranto come a un ecosistema urbano resiliente. Questa occasione è preziosa per mostrare i passi che la nostra città sta compiendo per scrollarsi di dosso un destino segnato, ma anche per conoscere le esperienze di altre realtà».

Il salone si è posto 5 obiettivi:
• Eliminare l’utilizzo di oggetti di plastica usa e getta
• Ridurre lo spreco alimentare
• Riparare, regalare o vendere, mai buttare!
• Limitare l’uso dell’auto
• Abbattere tutti i muri

Si tratta di indicazioni che fanno il paio con i 17 “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” posti dall’Agenda 2030 dell’ONU, che coinvolgono gli stati membri, ma indicano già ai territori come muoversi per aumentare il livello di sostenibilità e minimizzare l’impatto di azioni e persone sull’ambiente.

«Trascorso più di un anno alla guida di AMIU – ha dichiarato il presidente Giusti –, posso affermare con estrema sicurezza che raggiungere solidi obiettivi di sviluppo sostenibile è frutto di un’adeguata programmazione, ma soprattutto di un’attenta valutazione quotidiana delle priorità. La mia presenza al salone è giustificata dalla condivisione del modello particolare che stiamo adottando in azienda, con lo scopo di intercettarne altri in grado di migliorare l’attività svolta fino a oggi».

La 7a edizione del “Salone della CSR e dell’innovazione sociale” ha preso il via ieri e si concluderà questa sera. L’edizione dello scorso anno ha coinvolto 188 organizzazioni e 392 relatori, che si sono avvicendati in 53 eventi, 8 workshop, 12 seminari e 13 presentazioni di libri, facendo registrare 5500 presenze. Il gruppo promotore composto da Università Bocconi, CSR Manager Network, Fondazione Global Compact Network Italia, ASviS, Sodalitas, Unioncamere e Koinètica.