“In riferimento a quanto pubblicato negli ultimi giorni dagli organi di stampa, su di un presunto incremento delle concentrazioni di taluni inquinanti di natura industriale, desumibile dal confronto dei dati attinenti il primo bimestre 2018 ed il primo bimestre 2019, in data odierna l’Amministrazione comunale ha rivolto formale quesito ad Arpa Puglia, al fine di ricevere opportune valutazioni di merito circa le notizie sopra richiamate, che per altro sembrerebbero desunte da dati pubblicati dalla medesima Agenzia in relazione alla qualità dell’aria in città”, è quanto comunica una nota diffusa dall’Amministrazione Comunale di Taranto.

Parimenti, l’Amministrazione comunale ha richiesto al Ministero dell’Ambiente di esprimersi distintamente sulla asserita conformità a tutte le regole imposte dalla vigente Aia, riportata dal gestore Arcelor Mittal in propria precisione del 26 febbraio scorso, conseguente alle citate informazioni.

“Sono giorni delicati per la comunità – ha commentato il Sindaco Melucci – auspico solerzia e precisione nell’interlocuzione con gli organismi tecnici deputati sulle vicende ambientali e sanitarie. L’Amministrazione comunale è animata esclusivamente dal desiderio di tutelare al meglio, anche in via precauzionale, la salute dei propri cittadini, evitando nel contempo che alcune comunicazioni sommarie possano procurare allarme, turbare la popolazione e fiaccare gli sforzi di tutte le Istituzioni. Noi continuiamo a vigilare con puntualità su qualsiasi argomento sensibile e nel frattempo adotteremo ogni iniziativa utile a rassicurare i cittadini ovvero a proteggerli da eventuali rischi.”