Il clima è già cambiato. Ora è il tempo di nuove politiche urbane. Questo il titolo del Rapporto 2019 presentato a Roma da Legambiente presso la sede della Commissione Europea che ha visto confrontarsi esperti climatici, amministratori ed insigni accademici.

L’Amministrazione comunale di Taranto guidata dal Sindaco Rinaldo Melucci che da tempo ha avviato l’indirizzo di una nuova politica urbana come risposta concreta alle tematiche ambientali, ancora una volta è invitata a testimoniare nelle sedi nazionali più elevate, la propria scelta di campo. In questa logica, anche a seguito di un lavoro di proficuo interscambio in sede locale del Comune con Legambiente, l’Amministrazione Melucci ha voluto essere presente con l’Assessore all’ambiente prof.ssa Anna Tacente, che ha assunto contatti con il vice presidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini per rafforzare il proprio ruolo di protagonista di scelte innovative e di prospettiva ecosostenibile urbana nello scenario nazionale.

I temi del convegno

Il convegno è stato l’occasione per fare il punto sull’impatto dei cambiamenti climatici nelle città italiane attraverso la presentazione di ricerche, studi scientifici di grande rilievo e di riflettere anche sulle politiche urgenti che i governi e le comunità locali devono intraprendere al fine di adattarsi al clima che cambia. Le analisi condotte da ricercatori confermano che l’aumento della temperatura in ogni parte del pianeta e il ripetersi con maggiore frequenza e intensità di preoccupanti fenomeni atmosferici deve portare gli Stati ma anche gli enti territoriali ad assumere adeguati comportamenti e strategie politico amministrative con l’obiettivo ridurre l’impatto economico ambientale e sociale dei danni provocati.

Priorità di azione per Taranto

Il Comune di Taranto, anche in questo caso si è presentato pronto all’appuntamento, ed ha potuto documentare con atti concreti, avendo già adottato atto di indirizzo del 10.10.2019 assunto con delibera della Giunta n. 255/2019, di adesione all’ iniziativa proposta da Lega ambiente sulla “Dichiarazione di emergenza climatica ed ambientale” riconoscendo cosi al tema dei cambiamenti climatici priorità di azione e di agenda politica. Con tale delibera il Comune di Taranto si è impegnato a sviluppare condotte adeguate a rispondere ai cambiamenti climatici, sia attraverso azioni di pianificazione integrata urbana in grado di diffondere l’utilizzo delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica in edilizia e nella mobilità sostenibile, sia attraverso il coinvolgimento della popolazione in azioni di contrasto al riscaldamento globale.

Opportunità di riqualificazione e sviluppo sostenibile

La sfida ai cambiamenti climatici, se ben guidata, può dunque rappresentare una opportunità di riqualificazione e sviluppo sostenibile per il territorio e per migliorare la qualità di vita dei cittadini. In questa logica di sistema il Comune di Taranto prosegue nel programma assunto con la delibera n. 179 del 24 luglio 2019 relativa all’ ecosistema Taranto “Strategia di transizione ecologica economica ed energetica di Taranto resilient city”, con la quale l’amministrazione comunale ha avviato una serie di articolati provvedimenti finalizzati alla concreta realizzazione anche sul territorio di Taranto della transizione ecologica e degli obiettivi previsti dell’agenda 2030 dell’ONU. In tale contesto amministrativo, l’Amministrazione intende proseguire nel percorso già proficuamente avviato di coinvolgimento dei cittadini di Taranto che possono dare un contributo essenziale, attraverso proposte concrete, ad un progetto di ampio respiro per il bene comune.