«Volevamo ringraziare il vice sindaco di Avetrana, Alessandro Scarciglia, per il lavoro istituzionale impeccabile svolto in occasione dello sbarco di alcuni migranti sulle coste della litoranea jonico salentina.» E’ quanto scrive in una nota Paolo Peluso, segretario generale CGIL Taranto.

«Il vice sindaco di Avetrana – prosegue Peluso – ha fatto il buon amministratore e sulla soglia dei preconcetti e della bagarre politica ha deciso di fare il passo giusto e si è reso interprete di azioni di buon senso e umanità che per fortuna non albergano nei recinti stretti delle eventuali connotazioni partitiche.
Scarciglia di fronte all’emergenza ha varcato il serraglio in cui spesso ci vogliono rinchiudere, e ha chiesto aiuto a un consigliere comunale di opposizione, spiegando a tutti, noi compresi che una cosa è l’amministrare, anche l’emergenza, come era quella di due giorni fa, altra cosa (e per fortuna) è la cagnara di strumentalizzazioni che di fatto nulla aggiungono alla risoluzione dei problemi.

Per l’aggressione subita via web a Scarciglia va la nostra più convinta solidarietà. All’amministratore il nostro plauso – conclude Peluso -, convinti come siamo, che esempi di questo genere ci consentono di affrontare i problemi senza approcci demagogici, e rimettendo in circolo l’intelligenza collettiva delle nostre città e dei suoi singoli abitanti.»