Continua l’afflusso di presidi di protezione individuale ed apparecchiature medicali alle strutture sanitarie ioniche per affrontare l’emergenza CoronaVirus.

Dopo la donazione di un ventilatore presso-volumetrico, mascherine e saturimetri effettuata qualche giorno fa, questa mattina la Guardia di Finanza ha consegnato all’ASL Taranto 10.170 mascherine FFP2 affinché siano messe a disposizione del personale medico e paramedico che è in prima linea nella lotta al coronavirus.

Si tratta di materiale requisito nei giorni scorsi nell’ambito di un’operazione del Comando Provinciale delle Fiamme Gialle, coordinata dalla Procura della Repubblica di Taranto, volta a colpire le manovre speculative sulla vendita di mascherine. I prezzi delle stesse, infatti, come è stato accertato, venivano gonfiati fino a 15-16 euro cadauna.

La Procura ha successivamente emesso un provvedimento di messa a disposizione del Prefetto che le ha requisite, come previsto dal decreto “Cura Italia”, per metterle a disposizione del personale sanitario.

La donazione si è svolta all’ingresso del Moscati di Taranto, in linea con le disposizioni ministeriali che limitano l’accesso ai presidi ospedalieri. Presente al momento della consegna il tenente colonnello Antonio Antonucci, comandante del Nucleo Polizia Economica Finanziaria. Per l’ASL Taranto era presente il Direttore Generale, Avv. Stefano Rossi.