Una recinzione che delimita un pericolo di crollo, un auto che ne abbatte un lato ed ecco realizzarsi una discarica: questo è quanto è accaduto in via Cugini.

“Stamattina – fa sapere l’assessore alle società partecipate Paolo Castronovi – gli uomini di Kyma Ambiente Amiu hanno provveduto a restituire decoro alla zona con la collaborazione degli agenti della Polizia Locale che ne hanno coadiuvato il lavoro regolando il traffico. È stato necessario l’intervento di uomini e del ragno per togliere i rifiuti arbitrariamente gettati nell’area di cantiere. Il decoro è un concetto che va assimilato dai cittadini prima che dagli operatori e dall’amministrazione. In questo caso la mancanza di senso civico è doppia. Da una parte coloro i quali hanno inteso utilizzare quello spazio pubblico come una discarica e dall’altra il proprietario dello stabile che avrebbe dovuto ripristinare la recinzione. Ora il comando della Polizia Locale sta provvedendo agli accertamenti del caso per gli atti consequenziali.

Non possiamo consentire che porzioni della città vengano fatte scempio di vandali che non comprendono il concetto di cosa pubblica. Bisogna riconoscere che con gli interventi mirati, le ordinanze e le multe elevate a chi non rispetta le regole da parte dei nostri vigili ecologiche ed attraverso le foto trappole, la situazione è migliorata ma non ci possiamo accontentare e continueremo sulla strada della tolleranza zero. Ovviamente è gradita la collaborazione di tutti quei cittadini che comprendono compiutamente il concetto di cosa pubblica.”