Il Commissariato di Martina Franca ha denunciato in stato di libertà un pluripregiudicato del posto per il reato di violazione di domicilio e furto di energia elettrica.

Una donna trasferitasi per motivi di lavoro, è tornata, come ogni anno, nella Valle d’Itria per sistemare la casa di famiglia per il periodo estivo. Ma quest’anno ha fatto un’amara scoperta: l’abitazione era in fase di ristrutturazione e nel giardino era presente una betoniera, materiali edili, un pavimento pronto per essere posato e nuovi impianti fognari già posati. Allertato il Commissariato, la Volante si è recata sul posto e ha verificato sia la presenza della betoniera che del materiale di risulta derivante dai lavori edili. Gli agenti hanno così proceduto all’identificazione dell’occupante: un pluripregiudicato  insieme alla moglie.

Alla richiesta di chiarimenti hanno riferito di aver occupato la villetta da quasi trenta giorni avendo appreso, non è ancora chiaro da quale fonte, che la proprietaria si era trasferita al Nord e che aveva abbandonato la casa. Così, oltre ad occupare abusivamente l’abitazione, hanno iniziato i lavori di ristrutturazione, attivando anche il contatore per la fornitura di energia elettrica. Il personale del Commissariato ha proceduto alla denuncia del pregiudicato e all’allontanamento dell’intero nucleo familiare dall’abitazione che è stata così restituita alla legittima proprietaria.