foto: Questura Taranto

Fine settimana di controlli da parte del personale del Commissariato di Manduria.

Nella zona costiera di Lizzano, in collaborazione con la Polizia Locale e con l’ausilio del personale dell’Asl, sono stati ispezionati numerosi bar, ristoranti e strutture ricettive. Un chiosco, in riva al mare, adibito alla vendita di alimenti e bevande, è stato posto sotto sequestro perché esercitava la sua attività in maniera completamente abusiva, senza alcuna licenza. Il gestore, un uomo del posto, è stato denunciato in stato di libertà per occupazione abusiva di demanio marittimo e sanzionato per circa 5 mila euro.

Due sono state le denunce per furto di energia elettrica. L’attenzione dei polizotti è stata rivolta a due private abitazioni sulle quali erano installati due grossi fari sempre accesi a qualsiasi ora del giorno. I successivi controlli, con l’ausilio del personale specializzato di E-Distribuzione, hanno permesso di accertare che i consumi di energia delle due abitazioni risultavano irrisori. Il successivo sopralluogo ha permesso al personale specializzato di trovare, dopo alcune ore di lavoro, un allaccio abusivo interrato nel sottosuolo.

Inoltre, all’interno di un maneggio, durante un servizio di controllo, i poliziotti hanno constatato la presenza di un vecchio trattore privo di targa. Le approssimative indicazioni fornite dal proprietario della struttura controllata, hanno indotto gli agenti ad effettuare più puntuali accertamenti dai quali è emerso che il mezzo era stato rubato sempre nel comune di Lizzano alcuni anni fa. Il trattore è stato posto sotto sequestro ed il titolare del maneggio è stato denunciato per ricettazione.