Grande apprezzamento quest’oggi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Roma per il Pums di Taranto, tra i più innovativi e sostenibili nel contesto italiano, perfettamente aderente alle linee guida del piano nazionale e tra i pochissimi già adottati al sud, come da delibera del Consiglio comunale lo scorso mese di dicembre.

Il Sindaco Melucci ed i tecnici del Civico Ente ne hanno illustrato i dettagli alla struttura del dicastero, tra l’altro, incaricata di gestire un importante bando che consentirà di rinnovare in breve tempo la flotta e le tecnologie di Amat, ma soprattutto di realizzare le due linee rapide elettriche di ultima generazione (rossa e blu, in totale circa 30 Km di sviluppo fini alle periferie più popolose), in grado di rivoluzionare la mobilità pubblica tarantina e impattare significativamente sulla qualità dell’aria urbana e persino sulle attività produttive.

“Il futuro, nemmeno tanto lontano – ha commentato il Sindaco Melucci -, è congegnato prioritariamente per pedoni, ciclisti ed un trasporto pubblico efficiente e moderno, come nelle più virtuose città europee. Taranto ha fatto bene i suoi compiti a casa ed è destinata a diventare un riferimento per le buone pratiche in questo settore. Presto accelereremo sui parcheggi di scambio, l’istituzione della zona ad attraversamento limitato del centro storico e al divieto per i bus inquinanti di accedere alla città. Il volto di Taranto non sarà più lo stesso e i tarantini ameranno muoversi e vivere la loro bellissima città.”