Nella mattinata dell’8 gennaio si è tenuto a Palazzo di Città un proficuo incontro tra il Sindaco Melucci, il Direttore generale Ciro Imperio, gli assessori Ficocelli e Viggiano con i rispettivi dirigenti e la società Profin, incaricata dalla struttura commissariale ILVA per la progettazione degli interventi destinati dal Mise ai Comuni dell’area di crisi complessa.

Per la città di Taranto, i progetti finanziabili ammontano a 20.000.000,00 di euro da destinarsi a misure finalizzate alle politiche abitative ed al welfare. “Abbiamo individuato- fa sapere il Sindaco Melucci – misure operative, in grado di dare segnali immediati alla città, finalizzati non solo al supporto ai nuclei in difficoltà economiche ma anche e soprattutto a creare nuova economia e ad assicurare ai giovani che decidono di continuare gli studi universitari ed aprire nuove attività imprenditoriali nel capoluogo ionico”.

Gli interventi, che riguardano l’intera popolazione e si rivolgono a giovani ed anziani, spaziano dalle misure di lotta alla povertà, alla realizzazione di residenze per padri separati, centri per anziani, agli incentivi alle nuove aziende che si stabiliranno in città, puntano a valorizzare il patrimonio comunale ma si rivolgono anche ai privati, in un generale contagio positivo che trasformi realmente Taranto in un cantiere operativo di rigenerazione urbana.