Visite senologiche con ecografia mammaria, ad accesso gratuito, per donne di età compresa tra i 25 e i 49 anni, che non hanno fatto un controllo al seno di recente e non rientrano ancora nello screening mammografico della ASL. È questa la dote più importante che l’Associazione Provinciale di Taranto della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori porta alla campagna nazionale Lilt For Women – Nastro Rosa.

Come ogni anno, l’iniziativa coinvolge le 106 Associazioni Provinciali dell’ente di volontariato, attive per tutto il mese di ottobre sul fronte della sensibilizzazione verso le buone pratiche per la prevenzione del cancro al senoLa campagna di comunicazione 2020 ha il volto della giornalista Benedetta Rinaldi, co-conduttrice della trasmissione Elisir su Rai3 e impegnata in Lilt con il ruolo di coordinatrice nazionale della Consulta Femminile. Prestando la sua immagine, la testimonial ricorda a tutte le donne che è ora di prendersi cura di sé attraverso una visita di controllo. L’invito non è assolutamente da trascurare, anche alla luce del fatto che il cancro al seno è il più diffuso in assoluto per incidenza, in tutte le fasce d’età. Lo scorso anno, infatti, sono state 53.500 le donne italiane che hanno ricevuto questa diagnosi, con una crescita 0,3% su base annua.
E gli effetti della pandemia non hanno certo giocato a favore della prevenzione. «Con il lockdown e la paura di poter contrarre il virus – ricorda il presidente nazionale Lilt, prof. Francesco Schittulli -, molti pazienti hanno rinviato interventi, visite e terapie. Si stima che non siano stati eseguiti oltre un 1 milione e mezzo di screening senologici: questo ci costerà caro, sia in termini di nuove diagnosi che di spesa sanitaria».

Come accedere alle visite gratuite

Le visite senologiche saranno condotte da un medico specialista in una struttura sanitaria convenzionata con la Lilt di Taranto. Le donne che vorranno sottoporsi alla visita senologica dovranno prenotare, chiamando i numeri 099.333183 o 344.2008885, dalle 08.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì. Le visite saranno prenotate sino ad esaurimento del numero complessivo programmato. La Lilt di Taranto fa appello al buonsenso dell’utenza, ritenendo più giusto lasciare spazio alle richieste provenienti da donne con basso reddito, che contano casi di cancro al seno tra le familiari consanguinee o che non si siano sottoposte a controllo recentemente.

Le iniziative collaterali

Diverse e importanti sono anche le iniziative collaterali messe in campo dalla Lilt di Taranto per il mese rosa. A cominciare da quelle di sensibilizzazione, come la diffusione in rete della toccante video-testimonianza di una donna di terra ionica, che racconta la sua vittoriosa battaglia contro il cancro al seno sul sito legatumoritaranto.it e sulla pagina Facebook dell’associazione. Inoltre, anche in provincia di Taranto come nel resto d’Italia, alcuni importanti monumenti vengono illuminati di rosa, per tenere simbolicamente sempre accesi i riflettori sulle azioni di salvaguardia della salute femminile. Grazie al sostegno dell’ANCI e su impulso della Lilt provinciale, hanno aderito a questa campagna alcuni Comuni della provincia: Taranto, con Palazzo di Città, Carosino, con il Castello D’Ayala Valva, Monteiasi, con la Casa Comunale e il Campanile. A questi edifici si aggiungerà il Castello Aragonese di Taranto, che sarà illuminato dal Comando Marittimo Sud della Marina Militare dal 18 ottobre sino a fine mese.

Benessere e make up

Un’altra attività prevista nel mese rosa sarà quella denominata Ben-essere e make up, offerta da Top Academy, polo formativo ad indirizzo estetico, artistico e mentale. L’accademia terrà due incontri gratuiti, finalizzati alla valorizzazione dell’immagine personale, tramite la corretta applicazione del trucco. In un contesto di completo agio psicologico, infatti, le partecipanti impareranno nuove tecniche di make up, tese ad esaltare i punti di forza del volto. Gli incontri saranno tenuti a Taranto dalla make up artist Valentina Galizia e dalla psicologa Monica Convertino, il 13 ottobre alle 16:00 e il 19 ottobre alle 10:00. Le interessate potranno prenotare la propria partecipazione chiamando il numero 380.8978417, dalle 08:00 alle 20:00. Le prenotazioni saranno raccolte sino ad esaurimento del numero massimo programmato.

La Dragon Boat

Ma le iniziative non finiscono qui. La Lilt ionica ha scelto il periodo della campagna Nastro Rosa per presentare una nuova attività, che sarà resa nota nei particolari organizzativi entro fine mese. Si tratta del dragon boat ovvero la pratica del canottaggio su una curiosa imbarcazione con a prua e a poppa rispettivamente le fattezze di una testa e di una coda di drago. L’utilità di questo sport per le donne operate di tumore al seno è stata scoperta nel 1996 dal medico canadese Don McKenzie, che ha dimostrato che il movimento di voga genera una sorta di linfodrenaggio che previene i linfoedemi, possibile effetto collaterale dell’operazione. Tanto per restare in tema, infine, la Lilt di Taranto non farà mancare il suo patrocinio al Palio in Rosa, organizzato nel capoluogo dall’ASD Palio di Taranto per il prossimo 25 ottobre, proprio con l’obiettivo di sottolineare l’importanza della diagnosi precoce.