Il Comitato “Priorità alla Scuola” ha organizzato per oggi sabato 23 maggio, alle ore 15.30, una mobilitazione a livello nazionale per chiedere al Governo più insegnanti, assunzione precarie e precari, più personale A.T.A, più scuole, più spazi (ovvero rendere agibili le strutture esistenti e costruirne di nuove, temporanee, sostenibili e utilizzare spazi dismessi), più educazione all’aperto, più risorse per la Scuola Pubblica. Le mobilitazioni si svolgono in molte città.

Taranto ha deciso di partecipare in forma virtuale con un flash mob che coinvolge soprattutto gli insegnanti precari, la maggior parte ancora impegnati con la DAD.

“Finora il Comitato “Priorità alla Scuola” non ha ricevuto alcuna risposta alla lettera, sottoscritta da circa 85mila firme, che è stata inviata lo scorso 18 aprile alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Né negli ultimi decreti del Governo né nelle recenti dichiarazioni rilasciate dalla ministra emergono linee chiare sulle modalità di apertura della scuola a settembre. Per questa ragione il Comitato ha deciso di organizzare una manifestazione in forma statica in luoghi simbolici e centrali di numerose città italiane per chiedere che tutte le scuole siano aperte a settembre, in presenza, in continuità e in sicurezza”.

Si legge nella nota diffusa ai media.

foto Social