Ci siamo: si aprono i portoni della Chiesa di San Domenico, l’Addolorata verrà portata in spalla per la lunga notte.