“Accogliamo con piacere oggi il parere favorevole della Commissione consiliare Attività Produttive al regolamento per le grandi strutture di vendita “Obiettivi di presenza e di sviluppo per le grandi strutture di vendita”. Si tratta di uno strumento molto importante previsto dal “Codice del Commercio” della Puglia (legge regionale n. 24/2015) e finalizzato a disciplinare l’impatto sul territorio della Grande Distribuzione Organizzata.”

Pubblicità

E’ quanto comunica l’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino in una nota ai media. “Infatti questo regolamento disciplina gli obiettivi per aperture, ampliamenti e trasformazioni delle grandi strutture di vendita, nel pieno rispetto della disciplina europea e statale in materia che attribuisce alla Regione un fondamentale ruolo di programmazione al fine di contemperare, da un lato, i diritti dei consumatori e, dall’altro, la libera concorrenza tra operatori economici.”

“Con 6 voti a favore, dei rappresentanti della maggioranza, e 3 astensioni ,delle opposizioni, il regolamento per le grandi strutture di vendita passerà adesso all’esame finale della Giunta per l’approvazione definitiva.  – spiega l’Assessore – Sono stati presentati degli emendamenti da parte dei colleghi Romano e Colonna, interessante soprattutto quello di quest’ultimo che riguarda l’utilizzo dei prodotti a km 0. Si tratta di un grosso passo avanti che disciplinerà un settore molto controverso in questi anni andando a migliorare la rete del commercio per i consumatori riducendo gli impatti negativi sul territorio. Elemento caratterizzante del regolamento sarà il criterio introdotto per le eventuali nuove autorizzazioni che non verranno concesse al singolo comune da cui proviene la richiesta di nuova struttura di vendita ma ad un ‘hinterland più ampio, cioè a più comuni. Ciò per evitare appesantimenti e aperture improprie sui territori di cui ora non si avverte nessuna necessità.” 

“Altri elementi importanti sui quali si basa il nuovo regolamento sono l’ecosostenibilità dal punto di socio-economico, ambientale e urbanistico  – prosegue Borraccino – stante la grande crisi della GDO (grande distribuzione organizzata) che di fatto non fa prevedere nuove richieste di aperture a causa del massiccio sviluppo del commercio on-line. Sono state introdotte infatti misure compensative e fattori di premialità per favorire l’utilizzo di strutture esistenti e aree dismesse con la medesima destinazione d’uso, oltre che per incentivare progetti a tutela del piccolo commercio o soluzioni che limitino l’impatto ambientale. Inoltre le risorse economiche versate dalle grandi strutture di vendita in fase di autorizzazione saranno destinate, nella misura del 70%, ai Comuni per finanziare le iniziative in favore del commercio di prossimità previste nell’ambito dei Distretti urbani del commercio (DUC).”

“Ringrazio il Presidente Pentassuglia per il lavoro profuso e per la celerità con la quale ha proceduto all’iscrizione del punto all’ordine del giorno, che ci consentirà di approvare questo nuovo regolamento entro la fine della legislatura. Infine ringrazio la dott.ssa Francesca Zampano e gli impiegati della Sezione Commercio per il grande lavoro svolto per il raggiungimento di questo importante obiettivo, oltre ai rappresentanti dell’Osservatorio regionale per il Commercio per il lavoro svolto.” conclude la nota.