Ritrovarsi” il primo cortometraggio scritto e diretto dal giovane Ciro Cafforio, sarà presentato e proiettato sabato 16 marzo alle ore 18:00 presso la sede dell’Associazione Utòpia, in via San Francesco De Geronimo, 53 a Grottaglie (Ta), nell’ambito dell’evento conclusivo del progetto “Tu chiamale, se vuoi, emozioni!” promosso e ideato dall’Associazione Utòpia, con la collaborazione e la partecipazione di alcuni studenti delle tre scuole superiori di Grottaglie, progetto curato dalla prof.ssa Anna Varese, dalla psicologa Anna Pinca e dalla direttrice artistica dell’associazione Gabriella Rodia.

E’ la storia di due adolescenti, una giovane coppia che vivono il loro profondo amore con armonia e serenità. Un litigio implica nell’animo dei due sensazioni che si manifestano in un disorientamento dalla realtà, perdendo di fatto il proprio essere e il proprio io, in balìa dell’istinto, ma soprattutto della riflessione, che permetterà ai due di ritornare sui loro passi, riaccendendo quel sentimento che li legava. “Ritrovarsi”, titolo del corto, non è affatto casuale, sta a punto a significare quanto possa determinare sul proprio status il ritrovo sentimentale di una persona, ritrovando conseguenzialmente anche e soprattutto se stessi.

“E’ stata l’immagine e il silenzio assordante di un luogo, associato ai ricordi più emozionanti e ad una delle persone più importanti della mia vita a far scaturire nella mia mente dapprima il soggetto e poi la sceneggiatura del mio primo cortometraggio. Una sceneggiatura che ho scritto così: nel silenzio e nella solitudine. Toccando sensibilmente le mie emozioni.” – è quanto dichiara Ciro Cafforio sceneggiatore e regista del corto, cui ha vantato la preziosa collaborazione del videomaker Cosimo Pastore, e dell’amichevole partecipazione attoriale di Giovanni Anastasia, Denise Quaranta e di Christian De Angelis.

L’appuntamento è, dunque, per sabato 16 marzo alle ore 18:00 presso la sede dell’Associazione Civica Utòpia, in via San Francesco De Geronimo, 53.