La giunta comunale di Taranto ha approvato un importante provvedimento riguardante la promozione della partecipazione agli eventi sportivi da parte dei ragazzi e dei soggetti appartenenti a categorie svantaggiate, nonché il sostegno da parte dell’amministrazione ad iniziative che uniscano sport e sociale favorendo l’integrazione di ragazzi cosiddetti “a rischio” attraverso l’attività sportiva.

L’Amministrazione Melucci ha dimostrato, sin dal suo insediamento, una particolare attenzione allo sport, individuato quale fondamentale canale promozionale per la ridefinizione dell’immagine della nostra città. Ed è in questo contesto che si inquadra alla perfezione il risultato positivo ottenuto con l’assegnazione dei Giochi del Mediterraneo 2026.

Riconosciamo – fa sapere l’assessore allo cultura e allo sport Fabiano Marti – l’indiscutibile funzione educativa e sociale dello sport sotto il profilo della formazione dei giovani, dello sviluppo delle relazioni sociali e del miglioramento degli stili di vita, per questo promuoviamo la diffusione della cultura sportiva favorendo l’attività degli enti di promozione sportiva, delle associazioni e società che operano in ambito sportivo. Diventa opportuno, pertanto, assicurare agli operatori sportivi un concreto sostegno alla attività di tal genere, riconoscendo loro una funzione di pubblica utilità.

Tali obiettivi possono concretamente realizzarsi attraverso progetti che coinvolgano i ragazzi, in particolar modo quelli appartenenti alle cosiddette categorie “a rischio”, i quali, attraverso il coinvolgimento nelle attività sportive, possano essere recuperati e reinseriti nella società. Ma tale obiettivo può essere raggiunto anche attraverso la promozione della partecipazione e della presenza, in particolare di alcune e ben definite categorie sociali, allo “spettacolo sportivo”.

Tale iniziativa, naturalmente, deve essere multidisciplinare e riguardare, quindi, anche la promozione degli sport cosiddetti “minori”, che nella nostra città però contano numerose e qualificate presenze che sviluppano una intensissima attività. È necessario, pertanto, per l’amministrazione, prevedere incentivazioni anche economiche alla presenza di giovani studenti, di soggetti appartenenti a categorie sociali svantaggiate, nonché degli stessi giovani aderenti alle Associazioni sportive impegnate, senza fini di lucro, a lavorare per la crescita sportiva e culturale dei ragazzi della nostra città.

Ulteriore obiettivo del provvedimento è quello di estendere anche al mondo delle associazioni e società sportive la divulgazione del brand territoriale “Taranto, Capitale di mare”, individuato da precedente delibera come segno distintivo e identitario del Comune di Taranto e da legare a tutte le iniziative promozionali dell’Ente”.