Taranto. Castello Aragonese

È tornato a riunirsi nel pomeriggio odierno presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla presenza della rinnovata Struttura di Missione, dei consiglieri del Mise e di numerose Istituzioni locali e nazionali, il Nucleo Tecnico previsto dal Contratto Istituzionale di Sviluppo di Taranto, già legge n. 20/2015.

Nel particolare, si è eseguita la ricognizione di importanti progetti quali il nuovo ospedale San Cataldo, l’allocazione dei nuovi alloggi erp a favore dei residenti del quartiere Tamburi, la riqualificazione dell’Isola Madre, le nuove attività previste per l’Arsenale e la Stazione Torpediniere. Il Sindaco Melucci, accompagnato dai tecnici del Civico Ente, ha avuto l’opportunità, con apposite relazioni, di tracciare lo stato dell’arte delle iniziative e delle schede progettuali direttamente ricadenti nelle competenze del Comune di Taranto, oltre che di condividere con i rappresentanti del Governo gli indirizzi generali riferibili al riconfigurato tavolo istituzionale, ormai atteso entro il mese di aprile.

“Stiamo recependo l’orientamento di questo Governo rispetto al futuro di Taranto – ha riferito a margine dell’incontro il Sindaco Melucci – e apprezziamo questa accelerata e lo sforzo di concretezza che, in questo momento delicato, tutti gli attori stanno mettendo in campo. Sono fiducioso che verranno presto messe in sicurezza le risorse già assegnate e addirittura ricercate nuove fonti coerenti con la pianificazione e la vision del Comune di Taranto, che per inteso in questi mesi non ha mai smesso di lavorare ed implementare i singoli dossier, in grado di disegnare la Taranto dei prossimi venti anni. Confidiamo anche che questo ciclo di incontri preparatori possa semplificare alcuni aspetti normativi, che riguardano ad esempio la limitata pianta organica comunale e l’art. 9 dello stesso contratto.”