I Falchi della Squadra Mobile, nel corso di una mirata operazione antidroga alla periferia di Taranto nell’abitazione di un noto pusher, hanno arrestato un pregiudicato tarantino e la cognata per oltraggio, resistenza a P.U. e per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il pregiudicato di certo non si aspettava che al suo rientro ci fossero i Falchi ad attenderlo, tanto da tentare un inutile fuga. Tuttavia, l’operazione di polizia si è complicata oltremodo per l’intervento dei familiari, i quali, scesi in strada, hanno cercato in tutti i modi di sottrarre il pregiudicato al fermo. In particolare, la cognata, già conosciuta per i suoi precedenti di spaccio, si è scagliata – accompagnata da un grosso cane pastore – verso un poliziotto che, pur impegnato a tenere fermo l’uomo, è riuscito ad evitare il peggio.

Sono stati recuperati più di 100 grammi di eroina, più di 30 grammi di cocaina, 20 grammi di hashish e 17 candelotti esplodenti della lunghezza di circa 13 cm.