Il Comune di Taranto ha affidato per un anno la gestione del centro antiviolenza alle associazioni Alzaia Onlus e Sud-Est Donne, struttura con sede operativa nel consultorio familiare dell’Asl Taranto in via Cagliari.

«La presenza del centro antiviolenza sul nostro territorio è il segno di un’attenzione dell’amministrazione Melucci a un bisogno che non sempre riesce a esprimersi per diversi motivi – le parole dell’assessore al Welfare Gabriella Ficocelli –, stiamo offrendo un servizio che è una presenza silenziosa, discreta, ma allo stesso tempo preparata ed efficiente». Il centro assicura alle vittime di violenza di genere e ai loro figli l’avvio di percorsi personalizzati volti a favorire l’autonomia personale, sociale ed economica, lavorando anche sulla qualità delle interazioni tra istituzioni e operatori che incontrano le donne. Per loro, all’interno della struttura, c’è uno spazio di ascolto, di condivisione e di sostegno nel rispetto della segretezza e dell’anonimato attraverso una relazione significativa di aiuto con le operatrici che, qualora le vittime dovessero richiederlo, possono aiutarle per una denuncia alle forze dell’ordine, per prenotare visite mediche, per avere un colloquio con le assistenti sociali, ovunque questo supporto rappresenti un punto di forza.

Il centro antiviolenza sarà aperto al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle 14, il martedì e il giovedì dalle 9 alle 17, garantendo la reperibilità di almeno un operatore h24, tutti i giorni della settimana.