La risorsa MARE in tutte le sue declinazioni, come asset fondamentale per disegnare un nuovo modello di sviluppo economico di Taranto e del suo territorio, capace di superare la monoculturale industriale degli ultimi sessant’anni.

Questo è stato il leit motiv delle dichiarazioni dei tanti rappresentanti istituzionali e autorità che, accolti da Antonio Melpignano, Presidente del Molo Sant’Eligio, sono intervenuti all’inaugurazione della “Fiera del Mare”, svoltasi questa mattina (giovedì 17 ottobre) al Molo Sant’Eligio di Taranto, nel cuore del Centro storico del capoluogo jonico. L’evento è organizzato e sostenuto dalla Regione Puglia e da PugliaPromozione con il patrocinio del Comune di Taranto. È stato Cosimo Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo economico che ha fortemente voluto che la manifestazione si tenesse nel capoluogo jonico, a tagliare il nastro inaugurando così la Fiera del Mare; in seguito Don Emanuele Ferro, portavoce della Curia e Parroco della Basilica Duomo San Cataldo, ha impartito la benedizione.

All’inaugurazione sono intervenuti Giuseppe Bellassai, Questore di Taranto, il Colonnello Luca Steffensen, Comandante Provinciale Carabinieri, e il Colonnello Massimo Dell’Anna, Comandante provinciale della Guardia di Finanza. Oltre all’Onorevole Ubaldo Pagano, erano presenti il Consigliere regionale Gianni Liviano che, con un suo emendamento nella Legge di bilancio 2019, ha contribuito significativamente alla realizzazione della manifestazione, il Consigliere regionale Giuseppe Turco, il Presidente della Provincia e Sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti, il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e l’Assessore comunale Gianni Cataldino, e i Sindaci di Crispiano Luca Lopomo, di Maruggio Alfredo Longo, di Torricella Michele Schifone e di Faggiano Antonio Cardea. Sono intervenuti Giuseppe Danese, Presidente Distretto Produttivo pugliese della nautica da diporto, Antonio Marinaro, Presidente Confindustria Taranto, Paolo Campagna, Presidente ANCE Taranto, e il sindacalista UIL Aldo Pugliese.

Fino a domenica 20 ottobre al Molo Sant’Eligio sarà aperta al pubblico (l’ingresso è gratuito, sabato e domenica fino alle ore 20.00) una grande area espositiva con 50 postazioni: 24 stand sono di aziende del settore nautico, compresi sport e accessoristica, mentre due saranno dedicati ai motori nautici e 9 ai produttori e commercianti di imbarcazioni. Particolarmente ricca è l’offerta dell’area food & beverage in chiave pugliese, con 10 stand che presenteranno le eccellenze enogastronomiche del “Made in Puglia”. L’area istituzionale comprende 4 stand delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine e, inoltre, uno stand del Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MarTA.

Saranno quattro giornate di eventi, laboratori, cultura e convegni dedicati alla blue economy e alla sostenibilità ambientale, con forum dedicati allo “sviluppo competitivo del territorio”, passando per lo “sviluppo costiero”. Tra i numerosi appuntamenti si segnala (venerdì 18 ottobre, inizio 9.30) l’International Forum “Blue economy: volano per lo sviluppo competitivo del territorio”, un grande evento organizzato dalla Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia, con il supporto di Puglia Sviluppo, ed in collaborazione con Il Distretto Pugliese della Nautica da diporto. Un Forum Internazionale dedicato al tema della Blue Economy che intende costituire un’importante occasione di confronto e dibattito sulla economia del mare come il volano per lo sviluppo del territorio, a partire da quello di Taranto, e sul potenziale derivante dalla corretta ed innovativa gestione delle risorse del mare, grazie all’intervento di esperti del settore nonché rappresentanti del mondo politico ed imprenditoriale, impegnati nel vasto campo della Blue Economy.

Il Forum prevede la presenza dei rappresentanti di Istituzioni legate alla Blue Economy a livello nazionale e regionale, associazioni ed istituti di ricerca attive nel settore, dei distretti produttivi, delle PMI italiane operanti nei settori della nautica da diporto, del turismo marittimo, e negli altri comparti del settore nonché di alcuni rappresentanti dei Paesi europei che presenteranno le proprie esperienze legate alla Blue Economy. Dopo i saluti istituzionali i lavori si svilupperanno per l’intera giornata in due sezioni: la mattina “La nautica italiana: traiettorie di sviluppo internazionale” e il pomeriggio “Innovazione nel campo della blue economy per la valorizzazione del territorio. Best practices ed esperienze a confronto”. Le conclusioni saranno di Cosimo Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo economico.

International Forum “Blue economy: volano per lo sviluppo competitivo del territorio”

09.30

Registrazione dei partecipanti

10.00

Apertura dei lavori
Introduce
Giuseppe Pastore Dirigente Sezione Internazionalizzazione Regione Puglia

Saluti istituzionali
Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia
Cosimo Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico, Regione Puglia
Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto
Giovanni Gugliotti, Presidente della Provincia di Taranto
Giovanni Liviano D’Arcangelo, Consigliere Regione Puglia
Salvatore Vitiello, Ammiraglio Comandante del Comando Marittimo Sud della Marina Militare
Luigi Sportelli, Presidente della Camera di Commercio di Taranto
Fedele Moretti, Presidente, Ordine degli Avvocati di Taranto
Antonio Melpignano, Presidente, Consorzio Mari di Taranto

10.45
I Sessione – La nautica italiana: traiettorie di sviluppo internazionale

Introduce e modera
Roberta Caragnano, ATINER – CEMA – International Black Sea University

Intervengono
Giuseppe Danese, Presidente, Distretto Produttivo pugliese della Nautica da Diporto
Il Distretto Pugliese della Nautica da diporto tra internazionalizzazione, innovazione e potenzialità del turismo nautico e nuove figure professionali

Renato Marconi, Presidente, Marinedì
Lo sviluppo di una rete portuale mediterranea di Marina interconnessi e con standard di qualità
Sergio Prete, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio
Il sistema portuale al centro dello sviluppo economico regionale
Matteo Italo Ratti, Presidente, Consorzio Marine della Toscana
SMART MARINAS Innovazione tecnologica ed internazionalizzazione dell’offerta delle infrastrutture portuali turistiche

15.00

II Sessione – Innovazione nel campo della blue economy per la valorizzazione del territorio. Best practices ed esperienze a confronto

Introduce e modera
Stefano Piraino, Università del Salento

Intervengono
Giuseppina Antonaci, Presidente, Fondazione ITS Iota Sviluppo Puglia
Le sinergie tra porto e territorio in una logica di sviluppo della destinazione turistica e nell’ottica dell ‘Alta Formazione specialistica
Silvio Busico, Presidente, Fondazione ITS per la Logistica
Internazionalizzazione e logistica 4.0: le buone pratiche per rafforzare la competitività della filiera blu
Antonio Errico, Presidente, Associazione Magna Grecia Mare
Porto Museo di Tricase – investiamo in cultura e natura nel Mediterraneo – Ecomuseo di Venere
Giovanni Fanelli, Ricercatore, Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di ricerca sulle acque (CNR-IRSA)
Produzioni marine: innovazioni per un’economia locale ecosostenibile
Antonella Leone, Ricercatrice, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di scienze delle produzioni alimentari (CNR-ISPA)
Stefano Piraino, Presidente Consiglio Didattico di Biologia, Dipartimento di Scienze Tecnologie Biologiche ed Ambientali, Università del Salento
Le meduse del Mediterraneo: problema ambientale o risorsa alimentare?
Antonella Petrocelli, Ricercatrice, Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di ricerca sulle acque (CNR-IRSA)
Biorimediazione nel Mar Grande di Taranto: il progetto REMEDIA-LIFE+

18.00
Conclusioni
Cosimo Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico, Regione Puglia