Da alcuni giorni i Falchi della Squadra Mobile avevano posto sotto attenzione l’appartamento di un pregiudicato tarantino, dal quale si era notato un continuo andirivieni di giovani tossicodipendenti.

Dopo aver annotato sempre gli stessi movimenti, i poliziotti hanno deciso di procedere alla perquisizione della casa messa sotto osservazione, convinti che il padrone di casa avesse messo in piedi un’attività di spaccio.

Con l’ausilio dei colleghi della Volante, i poliziotti hanno iniziato il controllo, nel corso del quale, come sospettato, sono stati ritrovati in un mobile della camera da letto 19 dosi di cocaina e circa mezzo chilo di hashish divisa in cinque panetti, oltre ad altri piccoli frammenti della stessa sostanza stupefacente per altri 75 grammi circa.

Nello stesso mobile i poliziotti hanno poi recuperato una pistola clandestina semiautomatica cal. 380 completa di caricatore con 16 cartucce e 480 euro in banconote di vario taglio.

Dopo quanto ritrovato il pregiudicato è stato tratto in arresto.

L’arma, le munizioni, la sostanza stupefacente ed il denaro, considerato provento dell’attività di spaccio, sono stati posti sotto sequestro.