immagine di repertorio

Il personale della Volante ha tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia ed estorsione un pregiudicato tarantino.

Alla Sala Operativa 113 della Questura viene segnalata una violenta lite familiare all’interno di un appartamento.

All’interno dell’abitazione segnalata, dalla quale provengono distintamente delle forti urla femminili, gli operatori della Volante  trovano una donna che, visibilmente agitata ed in una profonda crisi di pianto,  dichiara di essere appena stata picchiata dal compagno al quale aveva negato, per l’ennesima volta, una somma di denaro per l’acquisto di una dose di droga.

La donna, rassicurata dai poliziotti, ha poi raccontato i tanti soprusi e le numerose violenze,  anche fisiche, di cui da anni era vittima, spesso commesse alla presenza dei due figli minori.

Gli agenti hanno poi rintracciato il  compagno nel bagno di casa dove aveva appena consumato una dose di sostanza stupefacente.

L’uomo, nonostante fosse poco collaborativo, è stato riportato alla calma ed accompagnato negli Uffici della Questura. Qui, dopo le formalità di rito, è stato tratto in arresto.