Dopo l’esperienza dello scorso anno, l’amministrazione Melucci torna a promuovere la street art con il progetto T.R.U.St..

L’edizione 2021 vedrà anche il coinvolgimento dei privati in questo percorso di rigenerazione urbana, che trasforma anonime pareti in opere d’arte.

I condomini, infatti, ma più in generale gli immobili privati, potranno autorizzare il Comune di Taranto all’utilizzo di alcune superfici da destinare ai grandi artisti internazionali che saranno coinvolti quest’anno, compilando un modulo disponibile sul sito internet dell’ente all’indirizzo https://bit.ly/2Numr2O.

L’intento è replicare la coinvolgente esperienza del 2020 nel quartiere Paolo VI, cui si sono aggiunti gli iconici murales della biblioteca Acclavio, dedicato ad Alessandro Leogrande, e del riqualificato PalaRicciardi, dedicato a Kobe Bryant.

«La street art è un’esperienza culturale e artistica davvero interessante – il commento dell’assessore allo Sviluppo Economico, Marketing Territoriale e Turismo Fabrizio Manzulli –, per il 2021 abbiamo immaginato di coinvolgere anche i privati in questo progetto che ha già offerto a Taranto grande visibilità.

Tra l’altro, gli immobili che ospitano queste opere acquistano valore: un motivo in più per candidarsi».