falò

Nei giorni scorsi in Città Vecchia gli agenti della Polizia Locale col supporto degli operatori e dei mezzi di Kyma Ambiente hanno proceduto alla rimozione, dai vicoli e dagli slarghi del centro storico, delle cataste di legname che viene utilizzato per la realizzazione dei falò
in occasione della ricorrenza di San Giuseppe.

Trattandosi di materiali pericolosi, come parti di mobilia e pedane verniciate, la combustione provoca l’emissione nell’ambiente di fumi dannosi per la salute.

Per questa ragione si è reso necessario un intervento dove era stata segnalata la presenza di grossi quantitativi di legname accatastato.

Contestualmente è stata effettuata una pulizia dell’area, dove si erano accumulati rifiuti, ed è stata portata via anche una imbarcazione in legno.

L’intera operazione è durata diverse ore e come negli anni scorsi potrebbe ripetersi in altre zone della città.

«Ringrazio la Polizia Locale e i nostri operatori – ha commentato il presidente Giampiero Mancarelli – per l’attività portata a termine in Città Vecchia.

La salute, soprattutto in un momento critico come quello che stiamo attraversando a causa della pandemia, è al primo posto.

Il nostro impegno, in linea con le disposizioni dell’amministrazione Melucci, è di evitare che roghi tossici possano essere appiccati a danno della comunità».