Il porto di Taranto ha chiuso il 2019 con più di 9.000 passeggeri e si prepara a vivere la nuova stagione.

La stagione crocieristica si inaugura il 3 maggio con il maiden call della Mein Schiff Herz della compagnia tedesca TUI, che ha scelto per la prima volta Taranto come scalo.

Confermata la fedeltà della compagnia Marella, sempre più #inlovewithTaranto. Maiden call anche per la Aegean Odyssey e il ritorno della The World, nave che porta i suoi passeggeri in giro intorno al mondo in lussuosi appartamenti, dall’India all’Europa, agli States. “Il feedback positivo da parte dei crocieristi è un risultato che condividiamo con la città e tutto il territorio” dichiara il Presidente. “Il progressivo affermarsi di Taranto come destinazione crocieristica può ritenersi un’occasione di rilancio di immagine e un’opportunità per lo sviluppo economico locale”.

Ecco gli approdi a Taranto per il 2020

Melucci: “orgogliosi di Taranto”

“La notizia che un altro grande operatore internazionale ha espresso formale interesse per il nostro porto, e questa volta in relazione ad un possibile incremento del traffico passeggeri, che riteniamo strategico negli sforzi amministrativi che stiamo compiendo, ci riempie di orgoglio e di soddisfazione, perché questa manifestazione di interesse è senza ombra di dubbio connessa al cambiamento che Taranto sta vivendo, in termini di attrattività e di affidabilità, oltre che di disponibilità di rinnovate infrastrutture.

Il Comune di Taranto sente di dover esprimere oggi il proprio apprezzamento al Presidente Sergio Prete ed ai colleghi dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, per l’efficace promozione ed il lavoro che si sta portando a compimento nel nostro scalo. Aspettando la partenza della Zona Economica Speciale, che proprio in questi giorni stiamo insieme cercando di presentare ad altri importanti investitori italiani e stranieri.

E siamo sicuri che queste sinergie, questa immagine di Taranto, i grandi eventi a cui stiamo puntando, contribuiranno in via definitiva a quella svolta tanto attesa della nostra comunità.”