La raccolta differenziata dei rifiuti urbani è oramai un servizio che ogni città – piccola o grande che sia – deve prevedere per i suoi cittadini. Si tratta di una attività che non solo consente una migliore conservazione dell’ambiente ma anche di ottenere importanti vantaggi economici.

A Taranto si parte lunedì 16 dicembre

Parte lunedì 16 dicembre il monitoraggio delle utenze domestiche e non domestiche propedeutico alla distribuzione dei kit per l’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata.

I quartieri obiettivo dello start up sono Tamburi, Lido Azzurro, Paolo VI, cui si aggiunge la rimodulazione di Talsano, Lama e San Vito, dove il servizio “porta a porta” è già attivo.

Al via un monitoraggio per definire le utenze

«Ogni cittadino, ogni esercizio pubblico – ha spiegato il vicesindaco e assessore alle Società Partecipate Paolo Castronovi –, sarà raggiunto dal personale incaricato da “Kyma Ambiente – Amiu” per una preliminare attività di ricognizione. Si tratta di un monitoraggio che servirà a capire l’esatta conformazione dei condomini, degli spazi disponibili nei locali commerciali, per assegnare il kit più adatto».

Questa attività durerà circa una settimana, dopo la quale partirà la distribuzione che sarà effettuata a domicilio. Se gli utenti dovessero risultare assenti, il personale lascerà un avviso con le indicazioni per il ritiro in uno dei punti allestiti in ogni quartiere.

Arrivano le lettere con le istruzioni

Nei quartieri citati, peraltro, è già partita la distribuzione delle lettere che preannunciano l’avvio del servizio vero e proprio di raccolta differenziata, con alcune preliminari indicazioni che saranno presto integrate da una capillare attività di comunicazione.