Taranto. Castello Aragonese

“Il 2019 è l’anno del Turismo Lento, ovvero dedicato a quei turisti che non amano il ‘mordi e fuggi’, ma che amano assaporare i territori lentamente.

Per questo l’itinerario ‘La Rotta dei Due Mari’ – promosso dal Ministero per i Beni Culturali e del Turismo – è una delle straordinarie opportunità che quest’anno possiamo offrire a chi sceglierà la Puglia come meta delle proprie vacanze.” Così il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, che ha presentato un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore al Turismo Capone.

“Da Polignano a Mare a Crispiano-Taranto passando da Castellana Grotte, Alberobello, Locorotondo e Martina Franca: sei tappe di un totale 130 chilometri fra uno degli scenari naturali e paesaggistici più belli al mondo. Dall’Adriatico allo Ionio attraversando la meravigliosa Valle d’Itria, lungo la ciclovia dell’Acquedotto Pugliese ed attraverso la riserva regionale orientata Bosco Pianelle, la più grande riserva naturale, fino a raggiungere il mare di Taranto con la sua storia millenaria e il suo unico affaccio sullo Jonio. Un itinerario che  valorizza il territorio locale, promuovendo l’attività out door e, in particolare, la camminata ( walking, hiking, trekking) per i numerosi benefici psico-fisici derivanti. Esso, inoltre, avvicina i giovani e adulti al contatto con la natura, lontani dai ritmi e dallo stress della quotidianità. Per questo ho presentato un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore al Turismo Capone perché questa straordinaria opportunità, che quest’anno è stata offerta dal MIBAC, non venga dispersa il prossimo anno, ma venga inserita nei percorsi già esistenti per valorizzare il nostro territorio sia sul piano paesaggistico, ma anche turistico, culturale ed enogastronomico”.