«Con una delibera di giunta regionale approvata ieri, su mia proposta, in qualità di assessore allo sviluppo economico, sono stati complessivamente stanziati dalla Regione Puglia 1 milione e 600 mila euro destinati a progetti di sviluppo rivolti a Taranto e a tutta l’area jonica. » Lo rende noto Mino Borraccino, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia.

«Si tratta – spiega l’assessore ionico – di risorse provenienti dalle royalties riconosciute annualmente alla regione dalle società che hanno ottenuto l’autorizzazione alla prospezione, ricerca e coltivazione dei giacimenti di idrocarburi ubicati sul territorio, e che la Regione utilizza per la realizzazione di progetti a servizio delle attività economiche e ad interventi destinati allo sviluppo del territorio.

In particolare la delibera approvata ieri destina

-600.000 euro all’ agenzia regionale ASSET che sta svolgendo attività di supporto per la costruzione del Piano strategico di sviluppo e di valorizzazione di tutto il territorio tarantino. Le risorse stanziate sono finalizzate alla realizzazione di due progetti: da un lato saranno finanziati due diversi studi scientifici volti a valutare, il primo, lo spettro delle patologie del bambino e dell’adulto in soggetti direttamente esposti a fattori contaminanti e, il secondo, gli effetti protettivi sulla salute umana esercitati dall’olio di oliva naturalmente arricchito di polifenoli, vitamina E, Omega 3 e Omega 6. Si tratta di due progetti di studio in ambito medico e sanitario molto importanti che avranno come fulcro fondamentale la città di Taranto i cui abitanti, come noto, sono gravemente esposti ai danni alla salute procurati dalla costante esposizione alle ben note fonti inquinanti.

Sotto altro profilo, l’ASSET, con le risorse stanziate, svilupperà un secondo progetto finalizzato alla creazione di una struttura sperimentale e innovativa, denominata “Laboratorio Urbano”, che sarà dotata di un team di facilitatori esperti di processi partecipativi allo scopo di realizzare un piano di comunicazione che punti a coinvolgere direttamente e attivamente la cittadinanza nel percorso di redazione del Piano Strategico di Taranto che traccerà le linee per lo sviluppo futuro del territorio.

-Un secondo importante finanziamento, pari a 800.000 euro, è stato riconosciuto ad ARTI, l’Agenzia Regionale per le Tecnologie e l’Innovazione, che svilupperà degli interventi di supporto alla fase di avvio delle due Zone Economiche Speciali, occupandosi di svolgere anche attività di monitoraggio del loro impatto sui sistemi produttivi regionali e per l’attrazione degli investimenti nazionali e internazionali.

-Il terzo finanziamento previsto nella delibera di Giunta approvata ieri riguarda il Comune di Maruggio che sarà destinatario di 200.000 euro per la realizzazione di un progetto finalizzato alla creazione di un Centro di addestramento subacqueo direttamente collegato con lo scalo aeroportuale di Grottaglie che, come noto, è stato già designato, per iniziativa ministeriale e regionale, quale primo spazio-porto destinato ad accogliere voli suborbitali. L’intervento previsto per Maruggio, quindi, ha lo scopo di offrire un servizio di tipo turistico destagionalizzato ad alto contenuto tecnico scientifico, fortemente innovativo, in quanto permetterà attività di addestramento per persone comuni oltre che di ricerca in ambito aerospaziale relativa alle condizioni psico-motorie cosiddette di “micro-gravità”, caratteristiche dell’iter di preparazione ai voli in assenza di peso, detti micro-gravitazionali.

Si tratta – conclude Borraccino, in definitiva, di tre interventi importanti che confermano la grande attenzione con la quale il governo regionale ed il Presidente Michele Emiliano in particolare, guarda alle prospettive di crescita e di sviluppo della città di Taranto e di tutta la provincia jonica, investendo importanti risorse in innovazione, ricerca e turismo di qualità che consentono a tutto questo territorio di confermare la sua centralità nel contesto delle politiche strategiche della Regione Puglia