«Via libera da parte della Giunta regionale alla sottoscrizione del disciplinare finalizzato a regolare i rapporti tra la Regione Puglia e Rete Ferroviaria Italiana per la realizzazione del progetto relativo alla nuova stazione di Taranto-Nasisi, sulla linea Taranto-Brindisi, con terminal intermodale ferro-gomma. » Lo dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino.

«Si tratta – spiega l’assessore ionico – di un intervento del valore complessivo di 15 milioni di euro e di grande valore strategico per tutta la provincia jonica dal momento che, come noto, la località ferroviaria di Taranto-Nasisi è oggi dotata di un solo binario e non è più abilitata a servizio viaggiatori, ma la sua posizione molto vicina al Quartiere “Paolo VI” la rende ideale per l’interscambio tra i servizi ferroviari e i numerosi servizi extraurbani su gomma.

Per questo sarà realizzata la nuova stazione, oltre al piazzale antistante adibito anche a parcheggio che sarà necessario per garantire l’accesso dei viaggiatori in stazione.

L’intero progetto, che sarà realizzato da RFI, è completamente finanziato a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 e rientra tra gli interventi previsti nell’ambito del “Patto per lo Sviluppo della Regione Puglia” sottoscritto con il Governo.

Con ulteriori 7 milioni di euro, già stanziati nell’ambito dello stesso Patto, sarà possibile realizzare ulteriori interventi accessori di miglioramento della viabilità stradale esistente, che renderanno più sicuri e più efficienti i collegamenti con il nuovo terminal.

Si tratta di un progetto di ampio respiro, lungamente atteso da Taranto e da tutto il territorio jonico perché consentirà di potenziare i collegamenti ferroviari puntando sulla intermodalità ferro-gomma al fine di incentivare l’uso di mezzi alternativi all’auto privata, dal momento che la stazione Nasisi possiede l’ubicazione ottimale per assicurare una buona accessibilità dalla parte sud-orientale del territorio, grazie al sistema di viabilità cui è collegata.

Ringrazio l’Assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, per il lavoro di stimolo e di impulso che ha svolto per il raggiungimento di questo importante obiettivo che porterà significativi benefici per tutta la rete dei trasporti nel territorio jonico.

Ora – conclude Borraccino – occorrerà procedere celermente con la progettazione degli interventi e con l’avvio delle opere in modo da dotare nel più breve tempo possibile la provincia di Taranto di un’altra infrastruttura importantissima per migliorare la qualità della vita dei cittadini e dare nuovo impulso alla crescita economica del territorio.»