foto social Questura Taranto

Proseguono, in maniera incessante, i controlli della Polizia di Stato e della Guardia Costiera, con l’ausilio del personale dell’A.S.L. di Taranto, finalizzati a prevenire e contrastare la vendita abusiva di mitili, radicato fenomeno questo che, oltre a creare un danno economico alla filiera legale del settore, rappresenta una fonte di pericolo per la salute dei cittadini.

Teatro dei controlli, la Città Vecchia di Taranto. La scorsa mattina, gli agenti del Commissariato Borgo e i militari hanno scovato una postazione, celata tra i vicoletti dell’isola, sorprendendo un soggetto che era intento alla pulizia e al confezionamento dei mitili da destinare alla vendita. Più di un quintale di prodotto è stato sottoposto a sequestro – in quanto privo dei richiesti certificati di tracciabilità e conservato a temperature ambiente e in condizioni igieniche assolutamente precarie – e immediatamente distrutto tramite compattatore dell’Azienda Municipalizzata per l’Igiene Urbana mentre il venditore è stato denunciato in stato di libertà per il reato di vendita di alimenti nocivi, frode nell’esercizio del commercio e vendita di prodotti alimenti in cattivo stato di conservazione.